SEO is the new black: Come rendere il tuo sito più visibile su Google search

Nessun commento

Ottenere una buona  visibilità su Google può essere difficile se non si sa da dove partire o se non si dispone di un SEO.
Seguendo le opportune raccomandazioni possiamo aiutarvi a comprendere quali sono le basi per una buona visibilità sul web.

Partiamo allora con una spiegazione generale, rispondendo cioè alla domanda che, immagino, tutti si pongano inizialmente :
Come faccio a fare in modo che il mio sito appaia sulla prima pagina di ricerca e  avere più visibilità su Google ?

Come prima cosa avrete bisogno di un sito, Fatto?!
Bene, e poi?
beh, e poi magia ovviamente! ma se non disponete di quest’ultima dovrete approfondire due cose, Posizionamento e Ottimizzazione, vediamo di cosa si tratta:

Il posizionamento è un’insieme di tecniche di seo e web marketing atte a migliorare la posizione del sito nei risultati del motore di ricerca in modo da avere una buona visibilità.

L’ottimizzazione è l’insieme delle azioni che rende una pagina appetibile per i motori di ricerca, affinché si possa avere un buon posizionamento e comprende:

attività sui testi 

velocità della pagina

navigabilità di questa

Per rendere il vostro sito più visibile su Google è necessario prima di tutto Creare un account google, Indispensabile per accedere ai tanti servizi messi a disposizione gratuitamente, per semplificare l’operazione consigliamo di registrarvi prima su Google analytics e poi su Google search console per i quali potete seguire i passaggi elencati qui sotto.

 Registrazione su   google analytics

 

Google analytics è uno strumento di monitoraggio e statistiche sui visitatori di un sito web vi sarà molto utile e semplificherà l’iscrizione a Google search al passaggio successivo.

Per collegare il proprio sito Andare su Google analytics e cliccare sul bottone di registrazione.

google analytics
Compilate il modulo seguendo le istruzioni e cliccate infine sul bottone blu in fondo alla pagina, verrete reindirizzati al vostro codice di di monitoraggio per usufruire di tutti i vantaggi di Google Analytics.

Se il reindirizzamento non  dovesse avvenire potrete trovare il vostro codice di monitoraggio  cliccando su :
Amministrazione => informazioni sul monitoraggio =>codice di monitoraggio come riportato in figura.

google analytics impostazioni2

il codice come specificato, va inserito nell’intestazione ( all’interno del tag <head> ) di ogni pagina che si vuole monitorare  (in genere lo si inserisce in tutte ).

 

 Registrazione su google search console

 

È il primo passo per dire a google che il tuo sito esiste è che vuole essere indicizzato e avere più visibilità su google search.

Accedendo alla pagina di Google search console  verrà visualizzata  la seguente schermata:

visibilità su google search google accountscrivete il link del vostro sito e cliccate su aggiungi proprietà, il fatto di aver già collegato il vostro sito a Google analytics semplifica di molto i passaggi.
Cliccate ora su Metodi alternativi e poi selezionate Google analitycs come mostrato in figura :

 

google analytics metodi alternativi

la verifica viene fatta in modo automatico e Il servizio  gratuito vi permetterà di:

  • Controllare se ci sono importanti backlinks :
    I backlinks sono links su altri siti che riportano al tuo sito o ad una sua pagina.
  • Verificare che il tuo sito non abbia Crawl Errors :
    Sono errori di scansione che google rileva, impedendo quindi che il tuo sito compaia nei risultati di una ricerca.
  • Informare google della presenza di versioni in altre lingue del tuo sito :
    Utile per far apparire i vostri risultati nella lingua corretta.
  • Visualizzare quali sono le search query che dirigono il traffico al tuo sito
    (ovvero qual è la combinazione di parole che gli utenti digitano prima di cliccare sul tuo link)

Ora che abbiamo  dichiarato di voler essere indicizzati e che siamo presenti su Google passiamo ad elencare alcuni consigli da seguire divisi per argomento:

 

 Velocità della pagina

Numerose statistiche confermano oggi una precisa correlazione tra il tempo di risposta e il tasso di abbandono della pagina, il 25% dei visitatori abbandona la pagina se il tempo impiegato per caricarla supera i 4 secondi, percentuale che sale al 50%  per 5 secondi di caricamento.
La velocità di visualizzazione dunque influisce molto sulla user experience  ed è uno degli aspetti da ottimizzare per migliorare il posizionamento di un sito.

Anche in questo caso Google ci da una mano e mette a disposizione PageSpeed Insights dove è possibile  ricevere un punteggio di velocità del vostro sito semplicemente digitandolo la vostra URL e cliccando su analizza, verranno mostrati dei consigli  per l’ottimizzazione del sito su desktop e mobile.

 

 Navigabilità della pagina

La navigabilità di una pagina è la capacità di una pagina web di attirare lettori interessati che vivono un’esperienza positiva e la si ottiene migliorando, ad esempio,  il posizionamento di un elemento,  il font da utilizzare, la visibilità dei contenuti  ecc..   influenza il tasso di permanenza, che è il tempo trascorso dell’utente sulla vostra pagina,  e il tasso di rimbalzo  che è il numero di persone che abbandonano un sito visitando soltanto la pagina in cui sono atterrati.

 

 Attività sui testi

La scelta delle parole giuste da usare, in gergo dette keywords,  è una parte importante da curare, alcuni siti offrono dei servizi di monitoraggio e statistiche sulle parole cercate dagli utenti dandovi così la possibilità di scegliere meglio su quali parole e argomenti focalizzarvi per scrivere la vostra pagina.
Se volete vendere un prodotto allora è bene pensare a come le persone ricercano quel prodotto, precisamente a quali parole digitano sul motore di ricerca; per fare un’esempio  “MP3” e “lettore musicale”  sono simili e richiamano alla mente lo stesso oggetto ma il primo è molto più utilizzato del secondo nelle ricerche su Google  ed è quindi logico preferirlo.
Uno dei siti gratuiti per la ricerca delle keywords è Google trend, molto semplice e anche divertente da utilizzare, permette di ricercare una o più parole e di ottenerne alcune informazioni sulla loro diffusione. per approfondire l’argomento:  keywords: sono importanti per il tuo sito?

visibilità su google search google trends

Google privilegia le pagine in cui gli utenti passano più tempo e quindi dovrete cercare di rendere il contenuto della vostra pagina interessante e facile da navigare.

 be social!

Con la creazione di un account  Google verrai fornito di una pagina G+ che è il social di google ( esattamente come facebook ).

Essere presenti suoi social e avere molte condivisioni e like è importante per sponsorizzare la vostra attività e aumentarne gli accessi alle vostre pagine .
Inoltre, Google favorisce i contenuti del suo social quindi Fate in modo che i vostri articoli siano facili da condividere, date la possibilità all’utente di mettere un plus direttamente sulla pagina e favorite la sottoscrizione del vostro sito su social che sia g+, Facebook ecc…

Le tecniche di Posizionamento e ottimizzazione sono molteplici, vaste e cambiano a seconda delle esigenze di ogni cliente oltre che a mutare nel tempo ed è per questo motivo che il nostro Team è sempre pronto a darvi consigli e a seguirvi passo passo qualunque sia la vostra esigenza.

adminSEO is the new black: Come rendere il tuo sito più visibile su Google search

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *